RECESSO: NECESSARIO OSSERVARE LA FORMA CONTRATTUALMENTE PREVISTA

Secondo la Cassazione (ordinanza n. 18414/2019) il patto sulla forma vale anche per il recesso, quale atto unilaterale che pone fine agli effetti del contratto

Di Irene Marconi

Professionista – Avvocato

La presunzione inerente la forma prevista all’art. 1352 c.c. è applicabile anche all’atto di recesso quale conseguenza di diritto della clausola contrattualmente stipulata dalle parti.

Questo è quanto statuito dalla Suprema Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 18414 in commento, depositata il 9 luglio 2019 (scarica il testo in calce).

Sommario

  1. Il caso
  2. Contratto e forma convenzionale

Recesso e presunzione ex art. 1352 c.c.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *